{{alert}}

In Australia alla scoperta di Sidney, Melbourne e dell’outback

L’Australia è terra di frontiera, di avventura e di spazi sterminati. La nazione meno popolosa al mondo è composta da appena 23 milioni di persone che vivono in 7,6 milioni km2.

È sufficiente uscire dalle grandi città come Sidney, Melbourne o Perth per trovarsi in spazi enormi, selvaggi e praticamente disabitati. Un viaggio attraverso questa nazione è un’esperienza incredibile, in grado di risvegliare ogni spirito avventuroso.

Dal mare di Sidney ai tetti di Melbourne

Sidney è molto di più che un meta lontana o una grande città anglosassone dall’altra parte del mondo. Con i suoi quasi 5 milioni di abitanti (molti dei quali giovanissimi) è la città più popolosa dell’Australia. Vivace, multiculturale e ricca di stimoli Sidney ha una storia abbastanza recente dato che è stata fondata nel 1788 come colonia penale. La mancanza di una storia forte e antica ha permesso a questa città di sviluppare una propria natura improntata allo sviluppo, all’avventura e alla ricerca di continui stimoli.

Sidney non guarda mai al passato, è invece proiettata nel futuro, oltre l’orizzonte, come hanno fatto i suoi primi abitanti, ispirati da uno spirito di conquista. Inglesi, italiani, cinesi, indiani, tedeschi e persone di qualsiasi altra nazione del mondo hanno sostanzialmente gettato le fondamenta di una città giovane e multietnica, pacifica e orgogliosa del suo lifestyle. Qui tutto è in costante movimento, dai ristoranti (una delle migliori food scene secondo i blogger più illuminati) ai club di tendenza, enormi centri studio con ampie biblioteche, teatri, musei e un’atmosfera efficiente ma rilassata. A Sidney si può visitare la città, fare shopping o rilassarsi nella bella spiaggia di Bondi Beach. La sera c’è sempre qualcosa da fare: un ristorante di cucina fusion da provare, un dj da ascoltare in un club esclusivo, lo showcase di una band emergente o una mostra d’arte contemporanea. Dall’imponente Opera House (vanto cittadino, meraviglia architettonica ed eccellenza fra i palchi di opera lirica mondiale) alle tecnologie esibite ad Oceanworld, dai bizzarri giardini cinesi della Chinatown locale all’imponente acquario cittadino. Una scelta di spazi unici da visitare dove trovarsi al centro di una cultura dinamica e innovativa.

Melbourne, naturalmente, non è da meno. Anche qui il centro storico pullula di vita. Gallerie, boutique esclusive e botteghe hipster fanno di Melbourne uno dei luoghi principe per lo shopping. I brand internazionali e quelli locali, passando per l’incredibile quantità di giovani stilisti, fanno di questa città una vera eccellenza del fashion. Il suo antico cuore vittoriano batte presso le austere cattedrali di St Patrick e di St. Paul ma è presso la Flinders Street Station che si respira più distintamente l’atmosfera old England che ha dato il primo impulso a questa moderna città.

Un passato ancora forte e ben conservato lo si può vedere presso il Melbourne Museum e la Royal Exhibition Building, dove si tengono splendide mostre, ed è rimarcato dallo splendido colpo d’occhio delle geometriche linee art déco del Manchester Unity Building, raro esempio di grattacielo concepito con un’architettura neo gotica.

Il modo migliore per scoprire Melbourne? Andare sui tetti! I migliori bar della città – quelli di tendenza – si trovano appollaiati ai piani alti di molti palazzi ed offrono piatti eccellenti, drink memorabili e scorci davvero unici di questa città.

art

All’avventura, nell’outback australiano!

Le città non sono sufficienti per comprendere appieno la nazione Australiana nella sua vastità e completezza. Senza aver visto e vissuto gli spazi aperti non si può dire di aver visitato l’Australia. La lista delle escursioni consigliate è lunga. Fra i suggerimenti più caldeggiati vi è senz’altro quello di esplorare la ‘terra degli aborigeni’, gli autentici padroni di questo grande paese, anche soltanto nelle tappe più classiche, a partire dal misterioso monolite di Ayers Rock, la Terra di Arnhem o Alice Springs. Chi ama la vita selvaggia non deve perdersi il Red Centre Safari Experience, un’esperienza nell’outback australiano (in aree interne più remote e semi-desertiche) pensato per immergersi in una natura incontaminata fra i canyon, gli animali e l’antica cultura aborigena fatta di misticismo e riti arcaici, lasciandosi rapire dalle onde sonore dei didgeridoo, i tradizionali strumenti a fiato aborigeni. Se gli spazi aperti e la libertà offerta dall’outback sono la chiave di accesso per vivere l’Australia, non si può lasciare questo continente senza aver visto da vicino i suoi animali, specie uniche ed endemiche. I più noti sono il canguro, il koala, il dingo, l’echidna, l’ornitorinco, il wallaby e il tenerissimo vombato, ma sono solo alcuni dei tantissimi animali che popolano questo continente. Il modo migliore per vederli – a meno di non incontrarli nel cuore dell’outback – è quello di visitare uno degli organizzatissimi parchi naturali come il Rainforest Habitat a Port Douglas, il Cleland Wildlife Park nel South Australia e l’Healesville Sanctuary nello stato di Victoria. 

ar1

No, non voglio tornare a casa!

Il mondo non basta era il titolo italiano, piuttosto fedele all’originale inglese, di un film della serie di 007 – James Bond uscito nel 1999. In effetti, dopo un viaggio in Australia si ha la voglia di continuare ad esplorare dato che ci si trova davvero dall’altra parte del mondo, almeno partendo dalle nostre latitudini. Eden Viaggi propone diverse soluzioni per partire alla scoperta dell’Australia e dell’Oceania grazie alle proposte di viaggio del catalogo Eden Made.

Tutte le soluzioni di viaggio sono abbinabili ad un soggiorno mare in Australia oppure in Polinesia, alle Fiji (per provare una vacanza in vero stile Bond), alle Isole Cook e in Nuova Caledonia per una vacanza unica ed indimenticabile, in grado di emozionare e che permette di esplorare nuove latitudini e dimensioni di viaggio. Informazioni e prenotazioni in tutte le agenzie di viaggio.

 

 

Eden Viaggi consiglia

Caricamento in corso