Contatti
Chiamaci
Scrivici su
Whatsapp
Scrivici
Trova
Agenzia
Chiamaci allo
0721.17231
Siamo a tua disposizione da lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20.00; sabato dalle 10 alle 18 (festivi esclusi).
Oppure ti chiamiamo noi

Scegli tu l'orario che preferisci

Accedi o registrati all’Area Riservata per accedere ai contenuti.
Accedi o registrati
In evidenza
Iscriviti all'area riservata

Scopri tantissimi vantaggi pensati per te: servizi, convenzioni e informazioni utili!

Scarica la nuova app my Alpitour World

Tutte le informazioni utili per il tuo prossimo viaggio a portata di mano!

Iscriviti al programma fedeltà You and Sun

Viaggia e accumula punti per la tua prossima vacanza!

Seguici su Telegram!

Iscriviti al nostro canale per rimanere sempre aggiornato su novità ed offerte esclusive!

Cattedrale di San Nicolò di Noto: storia e descrizione

22.07.2022
Indice

Spiagge da sogno, mari cristallini, una grande storia e un susseguirsi di capolavori barocchi rendono la Sicilia una delle mete che meritano di essere visitate almeno una volta nella vita. Questa regione italiana ha davvero di tutto da offrire ai suoi visitatori: dall’arte alla natura, dalla storia alle tradizioni. Una meta decisamente caratteristica, e molto amata da chiunque la visiti, è quella di Noto. Questa città è famosa soprattutto per il suo essere considerata una capitale del Barocco, grazie ai suoi tanti edifici costruiti in questo stile sfarzoso. Basterà anche solo una passeggiata per capire quanto cosa c'è da vedere a Noto sappia essere speciale: a ogni passo nel suo centro storico ti sembrerà di vedere qualcosa di nuovo, diverso e unico nel suo genere. Un dettaglio, una chiesa, una decorazione, un palazzo, il magnifico dettaglio di una statua. Tra le tante cose da vedere in città c’è sicuramente la Cattedrale di Noto, fiore all’occhiello di una città che è già in grado di vantare meraviglie artistiche di ogni tipo. Scopri di più e parti con noi! 

DestinazioneDove vuoi andare?
TipologiaSeleziona la tipologia
ChiOspiti
AndataAggiungi data
RitornoAggiungi data

La storia

La costruzione di un primo edificio, precedente all’attuale cattedrale, è cominciata verso la fine del Seicento per poi essere ultimata nel 1703. Solo in un secondo momento sono cominciati i lavori per una nuova chiesa, più grande e sfarzosa, che secondo i progetti avrebbe dovuto inglobare completamente il primo edificio e che fu ultimata solo nel 1768. Il crollo della Cattedrale di Noto, nel ’96, ha visto la distruzione della navata destra e quella navata centrale. Solo con un accurato lavoro di recupero e restauro è stato possibile riportare la chiesa ai suoi antichi fasti, per offrirsi al meglio ai visitatori. 

L’arte

Come per molti altri edifici della città, anche l’arte della Cattedrale di Noto si concentra sulla sua maestosa facciata. Questa splendida chiesa, dedicata a San Nicolò di Mira, si trova in cima a una suggestiva quanto imponente scalinata a quattro rampe. I suoi maestosi esterni e la facciata grandiosa, ricca di dettagli, possono darti un’idea dell’importanza dell’architettura di questa chiesa e del particolare significato che ha assunto nel corso del tempo per la popolazione locale. Le statue e i loro accurati dettagli, visti da vicino, potranno lasciarti a bocca aperta.  

Cosa vedere

Gli affreschi della Cattedrale di Noto, a opera degli artisti Bandinelli e Arduino, furono completati nella metà del XX secolo e decoravano soprattutto l’abside e la volta. Queste parti sono andate distrutte a seguito del crollo e, al momento della ricostruzione, si è deciso di mantenere l’aspetto interno che la Cattedrale aveva fino all’inizio del Novecento e non replicare le decorazioni pittoriche. Certo, le cose da vedere non mancano! Nella prima cappella di fondo della navata destra, ad esempio, si può ammirare un’arca d’argento risalente al Cinquecento; la cappella di fondo della navata sinistra, invece, presenta una decorazione di fregi dorati suggestivi e dettagliati. 

Le migliori offerte per le tue vacanze in Sicilia