Gargano

Vacanze in

Gargano

Il Gargano: tesoriere delle bellezze della Puglia

Nella parte settentrionale della Puglia c’è uno sperone di 2.100 chilometri quadrati proteso verso l’Adriatico. Questa punta di terra, appartata e selvaggia, è il promontorio del Gargano. Sulle sue pendici si distendono meravigliosi borghi con casette bianche fitte fitte a strapiombo sul mare. Lungo i 140 chilometri di costa si rincorrono ampi arenili di sabbia fine e dorata e intime calette di ghiaia, punteggiate dai trabucchi.

 

Prenota la tua vacanza in Gargano. Scegli la tua meta
Manfredonia
Mattinata
Peschici
Pugnochiuso
Rodi Garganico
Varano
Vico Del Gargano
Vieste

Le migliori offerte per la tua vacanza nel Gargano

Lo sapevi che

Distesa su uno spuntone roccioso e allungata verso il mare, Vieste è la propaggine del promontorio che si allunga verso Oriente. È abbracciata sia a nord che a sud da due ampie distese sabbiose. Le case imbiancate a calce, il groviglio di archi, le viuzze, la bellissima cattedrale, il castello e le piazze assolate le regalano un’atmosfera vivace e modaiola. L’impressione è quella di passeggiare in un paesello della Grecia.

La luminosità è la stessa: quella dei raggi del sole che si riflettono sulla calce bianca delle case e dei muretti. Per i suoi tesori architettonici e naturalistici è una delle mete più amate del Gargano. Il cuore del centro storico è un gioiello, così come Piazza Garibaldi, Piazza Kennedy e la Marina Piccola. Ma il vero protagonista di Vieste è il mare, dominato dal Pizzomunno, lo sperone di roccia candida che emerge dalle acque. La leggenda racconta che al di sotto della dura crosta di pietra si celi il cuore di un umile pescatore, Pizzomunno, che decise di resistere all’ammaliante canto delle sirene per amore della sua Crisalda e per questa ragione fu trasformato in pietra, mentre la consorte fu trascinata negli abissi del mare dove morì. Ogni 100 anni i due amanti si ricongiungono per vivere una lunga notte d’amore. Insomma, qui il mare custodisce storie davvero affascinanti. E affascinanti sono anche le grotte marine calcaree che si trovano nel tratto di costa che va verso Mattinata. Suggeriamo di esplorarle tutte con un’escursione in barca. A soli nove chilometri a nord di Vieste si incontra un’oasi naturalistico-archeologica costituita da 300 tombe del III-IV secolo d.C.. Le camere funerarie sono ricavate proprio all’interno di grotte immerse nella macchia mediterranea che lo rendono un luogo davvero suggestivo. La città è anche il posto giusto da cui partire alla scoperta del Parco Nazionale del Gargano, della Foresta Umbra e delle Isole Tremiti. Si può intraprendere uno dei tanti itinerari nella natura come quello che dalla località di Mergoli conduce fino alla spiaggia di Vignanotica, chiamata anche Baia dei Gabbiani. Il percorso si affaccia sulle alte falesie a strapiombo sul mare e su deliziose spiaggette di ciottoli. La vista è mozzafiato.