Minorca

Vacanze a

Minorca

Minorca, l’isola in cui tornare

Minorca è l’isola delle Baleari a forma di boomerang. Una volta visitata, i ricordi, proprio come un boomerang, tornano a lei. Alle sue spiagge rosse a tratti marziane, alle spettacolari scogliere, all’entroterra ricamato dai campi coltivati, alle dolci colline accarezzate dal vento, alle antiche viuzze di Ciutadella e Mahón, ai misteriosi siti archeologici e al Camí de Cavalls, il suggestivo sentiero che abbraccia tutta l’isola. Il palato torna al sapore secco del gin e a quello speziato delle Berenjenas Rellenas. Mentre nelle orecchie risuona il calpestio degli zoccoli dei cavalli delle fiestas patronales. Minorca non si dimentica facilmente.

 

Prenota la tua vacanza a Minorca. Scegli la tua meta
Arenal D'En Castell
Cala Blanca
Cala Canutells
Cala Galdana
Cala'N Blanes
Calan Bosch
Cala'N Forcat
Cala'N Porter
Ciudadela
Fornells
Mahon
Sant Lluis
Santo Tomas
Son Bou
Son Parc

Le migliori offerte per la tua vacanza a Minorca
Lo sapevi che

Come boomerang si torna alle meravigliose spiagge di Minorca. Quello che non si dimentica facilmente è il colore della sabbia che parte dal rosa e arriva fino al rosso intenso. Sembra proprio di trovarsi su Marte. La costa, lunga 216 chilometri, conta una settantina di spiagge ancora intatte e più di un centinaio di calette incastonate nella roccia. Quelle da non perdere sono tante, tantissime. Un intero catalogo non sarebbe capace di esaurirle tutte. Cala Macarella è una meravigliosa insenatura a forma di conchiglia, Cala Turqueta è una spiaggia di sabbia bianca abbracciata da un rigoglioso bosco di pini e Cala Mitjana è una baia dalla sabbia fine e bianca, protetta da alte scogliere e bagnata da un mare blu intenso e poco profondo. Son Bou è la spiaggia più lunga di Minorca, una distesa di 3 chilometri di sabbia dorata, così come dorata è anche Santo Tomàs stretta tra le colline ricoperte di pini. Cala Morell è un delizioso arenile di sabbia e ciottoli bagnato da un mare profondo che raggiunge sensazionali sfumature di blu cobalto: è uno dei migliori luoghi dove fare immersioni, perché gli abissi celano tante grotte sottomarine da esplorare. Ma una delle baie più spettacolari di Minorca è Cales Coves: il percorso per raggiungerla prevede più di mezzora di cammino, ma una volta arrivati il premio di tanta fatica è un panorama che mozza il fiato. Nelle rocce che la circondano si contano più di 90 loculi scavati dall’uomo che insieme formano la più grande necropoli dell’isola. La spiaggia più suggestiva è Cala Pregonda: la distesa di sabbia rossa e il paesaggio scarno di sola roccia danno l’impressione di ritrovarsi catapultati su un altro pianeta. Forse proprio su Marte. Rossa è anche Cavalleria, la spiaggia più grande e famosa della costa nord dove ci si può ricoprire la pelle di fanghi. Cala Presili e Cala Tortuga sono avvolte nella natura rigogliosa del Parco Naturale di S’albufera d’es Grau. Entrambe sono oasi di pace, circondate da rocce che sfiorano mille sfumature di colori e da una natura incontaminata che vanta specie animali e vegetali uniche al mondo. Infine la spiaggia di Arenal, una delle più belle dell’isola, dalla forma quasi perfetta a ferro di cavallo, con una sabbia dorata e finissima bagnata da un mare cristallino e poco profondo. L’elenco potrebbe continuare ancora ma non vogliamo togliere il piacere della scoperta.

Da non perdere a Minorca