Un viaggio fra storia e natura: Rodi e Kos
08.11.2015

Rodi e Kos, le più grandi del Dodecaneso

Sono le isole greche più lontane dalla capitale Atene e quelle più vicine alle coste turche. Per raccontare il Dodecaneso questa è senza dubbio una premessa indispensabile; qui infatti l'atmosfera, le tracce del passato e i colori e il calore della gente risentono di questa unica e preziosa posizione geografica.

Un mito, un Colosso

Un tempo le navi che entravano nel porto di Rodi venivano accolte da un'enorme statua che rappresentava il dio Helios. Gli abitanti dell'isola l'avevano costruita come tributo alla divinità per averli aiutati a resistere ai ripetuti attacchi della flotta del figlio del leggendario Alessandro Magno. La statua, che misurava ben 32 metri, fu ben presto annoverata fra le sette meraviglie del mondo e, seppure abbattuta da un terribile terremoto appena 50 anni dopo la sua costruzione, non ha mai smesso di affascinare chiunque approdi su quest'isola. 

Oggi al posto del Colosso di Rodi ci sono due statue raffiguranti due cervi, ma il mare in cui si riflettono ha la stessa limpidezza di quello in cui si specchiava la statua del dio Helios. La storia del Colosso è l'emblema stesso di quest'isola: contesa da tutti i popoli del Mediterraneo, difesa strenuamente dalla sua gente, a volte occupata militarmente. Oggi l'isola, seppure continui a mantenere un ruolo importante nel delicato rapporto fra Grecia e Turchia, è invasa unicamente dall'esercito di turisti che ogni anno vengono a godere delle sue spiagge, della sua lunga estate, della sua frizzante vita notturna e delle bellissime testimonianze del suo passato glorioso.

A Rodi spiagge per tutti i gusti

Oltre ad un'accoglienza calorosissima, l'altra cosa che ci colpisce da subito qui a Rodi è il mare, quella stessa distesa azzurra che Gabriele Salvatores immortalò in Mediterraneo, il film premio Oscar girato su di un'isola distante poche miglia da Rodi. Partiamo da Kolymbia, a metà strada fra la città di Rodi e Lindos, la seconda città per grandezza, e per bellezza, dell'isola. Kolymbia è un tipico villaggio di pescatori che a seguito del crescente turismo ha saputo dotarsi di tutti iservizi per una vacanza ideale. Da qui, attraverso le gite proposte dal villaggio o semplicemente affittando un motorino o un'automobile, è possibile raggiungere facilmente qualsiasi angolo dell'isola in breve tempo (attenzione: sebbene i greci non vantino campioni di automobilismo, guidano in maniera piuttosto spericolata; se optate per le due ruote, anche se non è obbligatorio, vi consigliamo di indossare il casco).