Sardegna

Vacanze in

Sardegna

La Sardegna è un’altra cosa

“La Sardegna è un’altra cosa” scrisse D. H. Lawrence. Non esiste sintesi più puntuale per descrivere l’isola. La Sardegna è un mondo a sé stante. Più di un centinaio di chilometri la separano dalla Penisola, e ogni chilometro è un pezzetto di storia, di cultura e di tradizioni che la regione è riuscita a preservare nel tempo proprio grazie alla sua lontananza.

 

Ma nonostante questo, la Sardegna nel tempo fu terra di approdo di popoli provenienti da ogni parte del mondo: Fenici, Cartaginesi, Romani e Spagnoli, ognuno lasciò traccia del suo passaggio. Arte e architettura sono le parole con cui la Sardegna racconta questa storia millenaria. 

Prenota la tua vacanza in Sardegna. Scegli la tua meta
Costa Orientale
Costa Nord
Costa Sud
Golfo Di Oristano
Argentiera
Costa Smeralda
Bosa
Calasetta
Capo Ceraso
Carbonia
Porto Pozzo
Porto San Paolo

Le migliori offerte per la tua vacanza in Sardegna
Alla scoperta della Sardegna

Partiamo dalla copertina, ben 1.849 chilometri di costa. Il litorale della Sardegna è interrotto da una quantità sterminata di scogliere, cale, grotte, spiagge e isolette, bagnate da un mare smeraldino che custodisce meravigliosi fondali. La mondanissima Costa Smeralda, le insenature del Golfo di Orosei, l’isola di Tavolara, quelle di granito dell’Arcipelago della Maddalena e le dune della Costa Verde sono solo alcune delle zone più sensazionali. Il mare è senza dubbio il bene più prezioso dell’isola, quello che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Ma non è di certo l’unico. Basta spostarsi nell’entroterra per scoprire una natura selvaggia e variegata. Qui si incontrano parchi e riserve naturali, come il Gennargentu e il Parco Nazionale dell’Asinara, foreste e altipiani come la spettacolare Giara di Gesturi, colline ricoperte da vigneti e piccoli paesi fermi nel tempo. Man mano che ci si avventura all’interno dell’isola, ci si addentra nella sua storia. Una storia che comincia nell’Età del Bronzo, con Ia civiltà nuragica. A raccontare questo capitolo sono i 7.000 nuraghi sparsi su tutto il territorio, le imponenti tombe dei giganti, e i menhir, i totem preistorici.

E poi ci sono le tradizioni locali, i riti e la religione. Quella della Sardegna è una storia fatta di antiche feste e celebrazioni patronali che ancora oggi scandiscono la vita degli abitanti, come la Sartiglia a Oristano, la festa di Sant'Efisio a Cagliari, quella del Lunedì Santo a Castelsardo, del Venerdì Santo ad Alghero e i Candelieri a Sassari. Il popolo sardo ha gelosamente custodito tutto questo patrimonio. Ma nella storia della Sardegna si deve includere anche un capitolo più frivolo perché zone come la Costa Smeralda e San Teodoro offrono, con i loro mondanissimi locali, serate magiche e divertenti.

Lo sapevi che

Torniamo alla copertina. Stintino, l’isola dell’Asinara, l’arcipelago della Maddalena, l’isola di Tavolara, La Cinta di San Teodoro, le meravigliose falesie del Golfo degli Orosei, Cala Mariolu e Cala Goloritzé nella zona di Baunei, sono le aree marine più celebri dell’isola, tutte situate nella costa settentrionale e orientale. Ma anche la costa occidentale e meridionale riserva sorprese. A occidente, le spiagge Is Arutas, Is Arenas e Bosa Marina non hanno nulla da invidiare ai mari tropicali. Mentre il sud, aspro e selvaggio, ospita ampie spiagge incontaminate prevalentemente sabbiose. Tra le più belle quelle di Costa Rei e di Villasimius.

Da non perdere in Sardegna