Le offerte e i prezzi pubblicati in questo sito sono soggetti a variazione, a seguito della verifica di disponibilità dei posti volo e della tipologia di camera richiesta che compongono il pacchetto (la variazione può avvenire nella fase di acquisto denominata “Il tuo preventivo”)

{{alert}}

Sardegna

Questa regione è da sempre meta di indiscutibile fascino, a ben vedere definita come i Caraibi italiani. Ed in effetti poco ha da invidiare l'Isola dei Nuraghi alle mete tropicali d'oltreoceano, grazie a luoghi come la Maddalena e la Costa Smeralda, Santa Teresa Gallura e Arzachena, tra gli altri; le lunghissime spiagge di sabbia bianca e finissima si alternano a masse rocciose e magnifiche insenature movimentate da cale e isolette.

Sardegna

A soli 12 km di mare dalla Corsica, 120 dalla Toscana e 185 dall'Africa, la Sardegna gode di un bellissimo mare, dai fondali molto profondi, che è certo il bene più prezioso dell'isola ma non l'unico. A rendere un mondo a sé questo angolo d'Italia un pò schivo, sono tradizioni millenarie ancora vive tra il fiero popolo sardo. E ancora, un'archeologia unica al mondo, ricca di nuraghi, menhir e tombe giganti e un entroterra non meno affascinante e per certi versi misterioso. La Costa Smeralda è l’area più turistica della Sardegna ma l’isola offre molto di più! Eccezionali la città di Alghero, la vicina Riviera del Corallo, la cittadina di Bosa, le meravigliose le spiagge di Villasimius e la città di Cagliari.

Tra le spiagge più belle della Sardegna troviamo La Pelosa, La Cinta, Cala Mariolu, Cala Goloritzè e La Maddalena. La Costa Smeralda, con le sue spiagge caraibiche, Porto Cervo e Porto Rotondo, è, forse, la maggiore perla della Sardegna. Un capitolo a sé lo merita l’Arcipelago della Maddalena con i suoi fondali magnifici e brulicanti di vita ideali per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni subacquee. Gli amanti del mare conosceranno già la fama di Stintino, dell’Isola dell’Asinara e della Riviera del Corallo con la sua Grotta di Nettuno nel nordovest della Sardegna, del Golfo di Orosei, con le sue grotte e le spiagge meravigliose come Cala Goloritzè, lungo la costa orientale e dell’area di Villasimius lungo la costa meridionale. Meravigliose le località di San Teodoro, Santa Teresa di Gallura, Castelsardo, Cagliari, Alghero e Bosa, da non perdere.

Ma la Sardegna è anche, e soprattutto, cultura. Le oltre 7 mila costruzioni nuragiche, tra i più famosi quelli di Arzachena, le Domus de Janas, i siti archeologici romani tra cui, imperdibile, Tharros e i ruderi di antichi castelli si trovano sparsi su un territorio ricoperto di macchia mediterranea e ricco di lagune. Per gli amanti del trekking da non perdere il Parco del Gennargentu. Lunghe distese di sabbia bianca, aspre calette nascoste, scogli granitici dalle forme bizzarre, ciottoli scintillanti di quarzo, e acque cristalline e dalle mille sfumature del verde e del turchese fanno delle spiagge della Sardegna una meta imperdibile per tutti gli amanti del mare.

Lo sapevi che...

  • Folklore e tradizione

    Lo stato insulare della Sardegna ha fatto in modo che questa regione, pur subendo numerose colonizzazioni, abbia potuto conservare una lingua e un folklore unici. Una parte della popolazione si è ritirata nell'entroterra conservando gelosamente i propri usi; per questo ancor oggi sono moltissime le feste tradizionali che conservano il fascino dei tempi antichi: la Sartiglia di Oristano, la festa di Sant'Efisio a Cagliari, quella del Lunedì Santo a Castelsardo e del Venerdì Santo ad Alghero, i Candelieri a Sassari e tante altre.

  • Tipicità culinarie e territorio

    La città portuale di Cagliari propone i piatti tipici quali “burrida”e ricci di mare; Sardegna sud occidentale: varia dal tonno fresco al cous cous, sino al “culingionis"(ravioli tipici) conditi con ragù di selvaggina. Sardegna centrale: porceddu, i "culurgiones" (fagottini di pasta) ripieni con patate, cipolla o aglio, formaggio, e aromatizzati con la mentuccia.


Caricamento in corso