Mausoleo di Teodorico: storia, architettura e leggende
05.05.2022

Storia, arte, cultura e una calorosa accoglienza fanno di Ravenna una delle città più visitate dell’Emilia–Romagna. La sua posizione privilegiata, a poca distanza da Rimini e dalle coste della Riviera Romagnola, ne ha fatto una delle mete più importanti delle vacanze all’italiana. Ancora oggi è una delle città più visitate per i tanti divertimenti e le attrazioni di ogni tipo, soprattutto quelle storiche. Ravenna vanta un primato molto particolare: qui, infatti, si trovano alcune delle testimonianze più emblematiche e meglio conservate del tardo Impero Romano. Fra tutte, l’austera ed elegante figura del Mausoleo di Teodorico rappresenta forse uno dei monumenti più importanti della città. È una celebre costruzione funeraria ostrogota, che ancora oggi affascina e sorprende i suoi visitatori per la storia e il modo in cui è stata costruita.

Continuate a leggere per scoprire di più sul Mausoleo di Teodorico a Ravenna, e preparatevi a partire con noi!

La storia

Come si può intuire dal nome, il mausoleo fu commissionato da Teodorico il Grande che aveva intenzione di farne la propria tomba. La sua costruzione risale al 520 d.C., ma ha assolto la sua funzione principale per pochi decenni. Le spoglie di Teodorico, infatti, furono rimosse appena quarant’anni dopo durante il dominio bizantino. Da allora, per diverso tempo, il mausoleo è stato usato come oratorio per il culto ortodosso. In tempi più moderni è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La cupola

La parte più particolare del mausoleo è, senza dubbio, la sua grande cupola monolitica. Una calotta granitica che, ancora, oggi, è avvolta nel mistero e lascia senza parole per la sua solennità. Al suo interno si trovano dodici anse con altrettante iscrizioni: i nomi di otto apostoli e quattro evangelisti, che vanno a coronare la parte superiore del mausoleo. Non è questa la parte sorprendente quanto il fatto che, con i suoi dieci metri di diametro e le oltre duecento tonnellate di peso, la cupola sia stata posizionata a un’altezza di tre metri. Questo ha portato a diverse speculazioni su come sia stata effettivamente costruita: alcuni studiosi hanno ipotizzato l’uso di una diga, ma la verità non è ancora stata trovata.

 

La struttura

Gli interni del mausoleo di Teodorico rappresentano un esempio unico di decorazione gota, a differenza dei molti esempi della tradizione romano-bizantina che si possono trovare nel resto della zona di Ravenna. Il mausoleo è stato costruito interamente in blocchi di pietra d’Istria e il suo interno si snoda su più livelli.

 

Tutte le offerte per le tue vacanze in Emilia Romagna 🕌😍

Le migliori offerte per le tue vacanze in Emilia Romagna