Cosa fare e vedere a Corfù
05.06.2019

Avete prenotato un soggiorno in Grecia e vi state chiedendo cosa vedere a Corfù? Bene, allora dovete sapere che oltre alle sue vestigia storiche, quest'isola dell'Adriatico offre un'infinità di bellezze naturalistiche, motivo per cui viene letteralmente presa d'assalto da migliaia di turisti ogni anno. Ecco di seguito le principali attrazioni di Corfù cominciando, ovviamente, dal suo capoluogo.

Pelekas

Il promontorio su cui sorge il villaggio domina l'intera costa centro-occidentale dell'isola. Negli anni '70 fu una delle mete preferite dagli hippy, che adoravano le sue stradine caratteristiche e le numerose e incontaminate spiagge di Corfù. Celebre per i tramonti, Pelekas è una tappa imprescindibile di qualsiasi soggiorno qui.

 

Kérkyra

Kérkyra, come viene chiamata in greco, è il punto di partenza di ogni soggiorno sull'isola. Inserito nella lista dei patrimoni UNESCO, il suo centro storico è uno splendido mix tra architettura veneziana e inglese. Il quartiere più suggestivo è Cambiello, caratterizzato da un dedalo di stradine (kantounia) sui cui affacciano splendidi palazzi signorili. Non mancano anche locali tipici della vita notturna di Corfù. Il cuore del centro storico è la Spianada, la piazza principale dominata dalla Fortezza Antica e dal Palazzo Reale.

Paleopolis

A Corfù uno dei luoghi di interesse più noti è Paleopolis, sito archeologico situato sulla penisola di Kanoni, un paio di chilometri a sud del capoluogo. L'antica cittadina ruotava intorno all'agorà, nei pressi della quale sorgono le terme romane, la Basilica bizantina e il santuario di Artemide-Gorgone. Nel Palazzo "Mon Repos" sorge il ricchissimo Museo della Storia.

Monastero di Vlacherna

Di fronte all'aeroporto, sull'isolotto di Vlacherna, sorge un piccolo monastero settecentesco. Un luogo di pace, completamente circondato dalle acque azzurre del mare.

Pontikonissi

Pontikonissi è famosa per la cappella bizantina risalente al XII secolo, circondata da maestosi cipressi. L'isolotto affascinò particolarmente il pittore Arnold Böcklin, che secondo alcuni dipinse la celebre "isola dei morti" ispirandosi proprio a questo luogo.

Palazzo Achillion

Il villaggio di Gastouri è noto per l'imponente palazzo neoclassico Achillion, fortemente voluto dall'imperatrice Elisabetta d'Austria. Dopo i danni subiti durante la seconda guerra mondiale, l'edificio è stato finalmente restaurato e riportato negli ultimi anni al suo antico splendore.

Lago di Korission

Sorge nella zona sud-occidentale dell'isola, all'interno di un'area di interesse naturalistico. La laguna lambisce il mare ed ospita cormorani, aironi ed altri uccelli acquatici. È un luogo che riappacifica con se stessi e con la natura.

Pelekas

Il promontorio su cui sorge il villaggio domina l'intera costa centro-occidentale dell'isola. Negli anni '70 fu una delle mete preferite dagli hippy, che adoravano le sue stradine caratteristiche e le numerose spiaggette incontaminate. Celebre per i tramonti, Pelekas è una tappa imprescindibile di qualsiasi soggiorno a Corfù.

Paleokastritsa

Molti lo considerano il luogo più bello del mondo. Si tratta di una baia situata tra i comuni di Lakones e Liapades, ricca di boschi, spiagge bianchissime ed incantevoli punti panoramici.

Angelokastro

A una manciata di chilometri da Lakones e dal caratteristico borgo di Makrades, sorge la fortezza di Angelokastro, risalente al XIII secolo e famosa per la sua inespugnabilità e la straordinaria posizione a picco sul mare.

Capo Drastis

L'insenatura rocciosa si apre nella costa nord-occidentale dell'isola. È raggiungibile partendo dal borgo di Perulades, percorrendo una stradina che porta fino ad un punto panoramico da cui ammirare le straordinarie formazioni rocciose sottostanti.

Le migliori offerte per la tua vacanza a Corfù