5 spiagge per sognare
21.05.2017

Circondati di straordinaria bellezza e lasciati conquistare dalle acque azzurre e trasparenti che bagnano questa nazione africana!

Il Madagascar è un autentico santuario naturalistico, popolato da specie rare e protette, reso unico da paesaggi mozzafiato e da un mare pieno di sorprese.  Scopri le 5 spiagge, fra le più belle di tutto il paese, pensate per stupire, emozionare e offrire ad ogni viaggiatore un contatto diretto con la natura di questo straordinario paese.

1 Madirokely

L’Eden Village Premium Royal Beach si trova a pochi minuti dal villaggio di Ambatoloaka, nella splendida cornice della bella baia di Madirokely, a Nosy Be. Le acque cristalline sulle quali si affaccia questa struttura sono davvero invitanti e gli ospiti potranno nuotare in un’area protetta delimitata da boe. Questo tratto di mare è l’ideale per gli appassionati di diving e di snorkeling e la spiaggia, di sabbia fine, è perfetta per rilassarsi e seguire lo stile di vita locale ‘mora mora’ - in malgascio significa letteralmente ‘piano piano’. Dall’Eden Village si può partire alla scoperta delle meraviglie naturalistiche della zona o optare per un’escursione in barca alle isole vicine.

2 Nosy Fanihy

Un’isola dalla sabbia bianchissima e dal mare azzurro, con sfumature color smeraldo, e una barriera corallina che garantisce a quanti si ‘armano’ di maschera, pinne e boccaglio, degli autentici spettacoli naturalistici, data l’abbondanza di flora e fauna.  

3 Nosy Tanikely

Una piccola isola vulcanica, parte integrante dell’omonimo parco marino, dove si trova un’incantevole spiaggia di sabbia bianca, protetta da scogliere di pietra lavica, consigliata a tutti gli amanti di snorkeling e immersioni. La barriera corallina si trova a pochi metri dalla spiaggia, dove il mare è eccezionalmente trasparente. L’isola si raggiunge in barca ed è abitata soltanto da alcuni lemuri che vivono nell’entroterra. Per incontrarli è sufficiente salire la collina e portarsi dietro qualche banana. Il cibo è il modo migliore per vincere la loro timidezza.

4 Nosy Boraha

Al largo della costa nord-orientale del Madagascar vi è una lingua di terra di circa 60 km dall’aspetto paradisiaco. Si tratta di Nosy Boraha, nota come Île Sainte-Marie, e deve il suo fascino alla spiaggia di sabbia bianca, orlata da verdissime palme e bagnata dal mare blu. Si tratta di un’isola di rara bellezza dove anche una semplice giornata di mare diventa un momento indimenticabile e lascia la sensazione di trovarsi fuori del mondo, in pace con la natura e con sé stessi. Tra giugno e ottobre si possono osservare le balene che svezzano i propri piccoli nelle diverse baie dell’isola.

5 Anakao

Sulla costa sud-occidentale del Madagascar, lambita dalle acque dal Canale di Mozambico e in un’area meno battuta dal turismo di massa, troviamo la spiaggia di Anakao. Le morbide dune bianche che incoronano l’arenile contrastano con le sfumature azzurre e verdi del mare che le bagna. La vegetazione è costituita essenzialmente da baobab e poche altre tipologie di alberi. Il fatto che ben pochi viaggiatori si spingano in queste zone ha permesso di preservare lo stile di vita essenziale di molti villaggi di pescatori, che hanno scelto di vivere in questa zona selvaggia.