Formentera in libertà
15.05.2017

Formentera è l’isola della libertà, con il suo clima rilassato e un po’ hippie che ben si abbina ai paesaggi suggestivi. Qui le spiagge sono tutte bandiera blu e la sabbia è lambita da un mare eccezionalmente trasparente.

Nei grandi spazi aperti il silenzio è quasi totale, la natura locale è selvaggia e invita all’esplorazione dell’entroterra.

Fra mare e natura

Le spiagge più conosciute sono senz’altro quelle dai toni caraibici di Illetes e Llevant, nella Riserva di Ses Salines, sull’estremità nord dell’isola. Chi cerca il lato selvaggio di questa meravigliosa meta balearica deve recarsi a Cala Sahona, lasciarsi rapire dai suoi frastagliati scogli di pietra rossa e tuffarsi nel turchese del mare che bagna questa caletta piuttosto riservata. L’incantevole spiaggia di Migjorn è la più grande dell’isola oltre che la più affollata, specialmente nel weekend. 

Fra i gioielli nascosti di Formentera c’è la piccolissima spiaggia di Calo Des Mort, ad appena cinque minuti di scooter da una delle strutture Eden Viaggi, il Ciao Club Insotel Club Maryland. Formentera è una delle mete ideali per gli appassionati del trekking e del cicloturismo. Il visitatore può decidere di seguire uno dei venti diversi itinerari - a piedi o in bici - per esplorare l’entroterra e la natura dell’isola. I singoli percorsi sono divisi per “tema” e pensati per toccare tutti gli aspetti di Formentera: natura, storia, architettura o paesaggi. Le brevi distanze permettono a chiunque di poter affrontare questi percorsi, e conoscere quest’isola delle Baleari sotto una luce nuova. L’itinerario più affascinante è quello che conduce al Parque Natural de Ses Salines. Qui si trovano ancora le antiche vasche per la desalinizzazione delle acque marine; all’alba e al tramonto assumono un curioso colore rosa. L'ingresso al parco naturale richiede un pedaggio giornaliero ma offre anche la possibilità di accedere ad alcune spiagge limitrofe davvero straordinarie.

Vivere in libertà!

Il capoluogo di Formentera è la località di Sant Francesc Xavier, poco più di un piccolo paese ma brulicante di vita, soprattutto nel centro storico. Ci si può sbizzarrire acquistando prodotti locali come borse e cappelli di paglia dalle forme originali, prodotti hippie-chic ed esclusive creazioni di molti designer. Sant Francesc Xavier è anche il luogo perfetto per gustare le prelibatezze locali nei numerosi ristoranti che popolano il centro e la zona prospicente al mare. La cucina balearica è profondamente ispirata dalla tradizione spagnola, rafforzata da una robusta presenza di pesce. Via libera a calamari alla griglia, moscardini fritti e pulpo a la gallega, un piatto basco davvero irresistibile. Se la paella senza verdure è uno dei piatti forti della cucina locale, tanto che la si trova in gran parte dei ristoranti dell’isola, è nelle tapas e nell’ora dell’aperitivo che Formentera sembra dare il suo meglio. La cultura hippie ha inoltre contribuito al diffondersi della cucina macrobiotica, vegetariana e vegana che qui sono piuttosto popolari. La località di Es Pujols è senz’altro molto ricca di proposte, a partire dal variopinto lungomare dove si affacciano tantissimi ristoranti. La vita serale è animata da un mercatino che alterna prodotti tradizionali e bizzarrie hippie. Anche una semplice passeggiata si trasforma in una piacevole avventura fra personaggi curiosi e merci sorprendenti. Es Pujols è al centro dei maggiori luoghi d’interesse di Formentera e a meno di venti minuti di strada sia dalle spiagge più belle dell’isola che dalle zone più suggestive dell’entroterra. L’aspetto sorprendente di Formentera sta proprio nella possibilità di avere tutto (o quasi) a portata di mano, decidendo ogni giorno il genere di contesto in cui vivere la propria giornata, passando dalla natura selvaggia dell’entroterra allo shopping in città, dalle acque trasparenti del Mediterraneo ai percorsi di trekking in mezzo al verde. Un vero viaggio in libertà.