{{alert}}

Varadero, tra mare e movida

Varadero, nella penisola di Hicacos, a nord di Cuba, non è solo il primo centro balneare del Paese. Varadero è anche il maggiore centro turistico dei Caraibi. Il suo punto di forza? Semplice: accontenta tutti.

Per primi gli appassionati del mare, che volano a Cuba per le sue spiagge da sogno (la Playa de Varadero è un sogno lungo circa 20 chilometri) e i “movida addicted”, a cui piace attendere l’alba passando da un locale all’altro. Ma non mancano le attrazioni per gli amanti del verde e per i viaggiatori che, oltre alla vita da spiaggia e alla movida notturna, sono alla ricerca di luoghi d’interesse storico e culturale. Tra mare e movida, natura e cultura, Varadero conquista, sorprende e offre a tutti l’occasione di vivere una vacanza a misura dei propri gusti e desideri.

Offerte vacanza a Varadero

È sul finire del XIX secolo che l’area di Varadero inizia a essere frequentata dalla borghesia cubana come meta di soggiorno estivo. Ma la fortuna della penisola è merito di Irénée Du Pont de Nemours, un imprenditore miliardario che tra il 1915 e il 1926 ha costruito due alberghi e ha dato il via a un processo di urbanizzazione dell’area. La sua sontuosa abitazione con annesso un campo da golf, Mansión Xanadú, è oggi un lussuoso hotel e club house del Varadero Golf Club.

Dagli anni ’30, la crescita di Varadero diventa inarrestabile. Negli anni ’60 e ’70, la penisola attira perfino gli astronauti russi, che giungono qui per rilassarsi prima e dopo le missioni. D’altronde, la bellezza della Playa de Varadero, ieri come oggi, è spaziale.

I viaggiatori che vogliono ripercorrere la storia di Varadero possono visitare, spendendo un solo dollaro, il Museo Municipal, in Calle 57 angolo Avenida de la Playa. L’esperienza è senz’altro singolare per la particolarità della location. Il museo, infatti, è stato realizzato all’interno di una tipica casa in legno degli anni ’20 ed è arredato con mobili d’epoca. Un interessante percorso tra mappe, documenti e vecchie immagini fotografiche racconta ai visitatori l’evoluzione della località.

Un luogo da visitare, quando si desidera trascorrere una giornata lontani dalla spiaggia, è senza dubbio la Casa de la Cultura Los Corales. Si tratta di uno spazio con varie sale espositive per adulti e bambini dove si tengono spettacoli teatrali, di danza o musicali e si dà lustro agli artisti locali. Qui si possono anche prendere lezioni di balli cubani, per affrontare con più disinvoltura la movida locale. Ma se ai locali notturni si preferisce un concerto all’aperto, si può sempre dare un’occhiata alla programmazione dell’Anfiteatro de Varadero. Non è attivo tutto l’anno, ma viene aperto in occasione di eventi speciali.

Dalla Casa de la Cultura alla Casa de l’Habano, uno storico negozio di sigari da degustare in tranquillità sulla terrazza del piccolo bar soprastante. Si trova in Avenida 1 e Calle 63.

Vale la pena, poi, fare un salto alla Iglesia de Santa Elvira (Avenida 1 e Calle 47), risalente al 1938. La piccola chiesa, costruita con pietra e legno, ha una particolare struttura irregolare che le conferisce uno strano stile alpino.

Gli appassionati di storia possono organizzare una gita nella vicina città di Matanzas, detta “Atene cubana” per la presenza di molti edifici caratterizzati da uno stile neoclassico. I due quartieri di Reparto Matanzas, il centro storico, e Reparto Versalles offrono una bella lista di luoghi da vedere: dall’antica Plaza de la Vegía al Teatro Sauto, datato 1863 e considerato uno dei più bei teatri d’opera a livello mondiale; da Plaza de la Libertad, dove si omaggia con una statua bronzea uno dei padri dell’indipendenza cubana, José Martí, alla Catedral de San Carlos, con i suoi soffitti divinamente affrescati. Reparto Versalles, cui si giunge attraversando il Puente Concordia del 1878, ospita il Castillo de San Severino, fortezza costruita tra il XVII e il XVIII secolo, il cui scopo era quello di proteggere la città dai temibili pirati. L’escursione in Jeep Safari include anche il tour della città.

Quando si parla di Varadero, il pensiero corre subito alla sua spiaggia e ai suoi locali. Ma è bene sapere che esiste anche una splendida Varadero verde, che permette di entrare a contatto con la vivace natura tropicale dell’isola.

In particolare, consigliamo una visita alla Reserva Ecológica Varahicacos. Durante i percorsi escursionistici si possono avvistare volatili multicolore e rettili e ammirare orchidee, piante di tillandsia in fiore e un cactus gigante, re della riserva, chiamato El Patriarca.

Le attrazioni principali sono le due grotte chiamate Cueva de Ambrosio e Cueva de Musulmanes. Nella prima sono state rinvenute magnifiche pitture rupestri, opera degli Amerindi. Nella seconda, piccola, Cueva de Musulmanes, luogo cerimoniale dell’antica tribù dei Siboney, sono stati scoperti resti umani datati tra il 500 a.C. e il 500 d.C.

Il vestiario ideale per questa esperienza prevede scarpe comode e chiuse e pantaloni lunghi. È bene portare con sé del repellente per proteggersi dalle zanzare, dell’acqua e un ventaglio.

Per chi non fosse pronto ad avventurarsi nella natura selvaggia, Varadero offre il Parque Josone, una deliziosa oasi verde che si estende sull’Avenida 1, tra Calle 55 e 59. Qui c’è tutto quel che serve per trascorrere una piacevole giornata: luoghi di ristoro, una piscina pubblica e un laghetto su cui è possibile passare del tempo a bordo di una barca a remi o di un pedalò.

E per gli amanti della “natura blu”? Per chi volesse fare snorkeling, la località più semplice da raggiungere da Varadero è Playa Coral. Ma anche durante le gite in catamarano verso Cayo Blanco sono previste tappe per ammirare la barriera corallina.

Gli appassionati delle immersioni avventurose non possono perdere Hoyo Azul Ojo del Mégano, una caverna subacquea di oltre 70 metri di diametro, e la Cueva de Saturno, a circa 20 chilometri da Varadero. Qui si può fare un tuffo in acque fresche e cristalline e immergersi all’interno di due gallerie profonde una ventina di metri: un’esperienza unica!

Appena fuori da Varadero, nella Laguna Los Tainos, si trova un fantastico Delfinario, dove è possibile ammirare da vicino gli splendidi e docili mammiferi acquatici. Sono previsti due spettacoli al giorno, uno mattutino e uno pomeridiano, ed è persino possibile nuotare con i delfini: un sogno!

Non si può andar via da Cuba senza passare per la bella Avana, che può essere raggiunta in pullman in poco più di due ore. Le escursioni organizzate prevedono la visita al centro storico della città, il quartiere coloniale Habana Vieja, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’umanità. Le sue antiche piazze – Plaza de Armas, Plaza de la Catedral, Plaza de San Francisco e Plaza Vieja – sono veri e propri gioielli d’architettura. Anche la vita notturna della capitale è vivace come quella di Varadero. Il locale Cabaret Tropicana, per esempio, regala ogni sera spettacoli imperdibili.

Altra gita da mettere in programma è quella che porta alla scoperta di tre fra le più belle e interessanti città dell’isola: la coloniale Trinidad, la francese Cienfuegos e la storica Santa Clara. Quest’ultima è stata una protagonista della Rivoluzione cubana: qui, infatti, l’esercito di guerriglieri guidato dal comandante Ernesto Che Guevara sconfisse le truppe del dittatore Batista. Le spoglie del Che sono conservate proprio a Santa Clara e in Plaza de la Revolución è stata eretta una statua in suo onore.

Le tipiche escursioni naturalistiche proposte ai visitatori che soggiornano a Varadero sono il Crucero del Sol e il Seatour: entrambi consistono in una gita in catamarano fino a Cayo Blanco, durante la quale sono previste attività emozionanti come lo snorkeling nella barriera corallina e le nuotate con i delfini. Arrivati a destinazione, ci si può rilassare sulla bianca spiaggia di questo isolotto deserto e degustare un buon pranzo a base di pesce.

C’è poi il Jeep Safari, un viaggio nella campagna cubana per raggiungere dapprima l’incantevole Cueva di Saturno e poi la città di Matanzas.

L’escursione Guamá Speciale, infine, è pensata per chi vuole conoscere il lato più selvaggio di Cuba: si inizia con una visita presso un allevamento di coccodrilli e si prosegue il percorso in barca, navigando lungo un canale verso la Laguna del Tesoro, il più grande lago naturale di Cuba. La leggenda vuole che sul suo fondo si trovino gli ori dei Taino (da qui il nome del lago), una delle popolazioni indigene sottomesse dai conquistadores spagnoli nel XVI secolo. Qui è stato costruito negli anni ’60 un villaggio turistico su palafitte, il cui stile è ispirato a un tipico villaggio taino. Infatti, il complesso viene chiamato Aldea Taina (che significa, per l’appunto, villaggio taino). I visitatori possono ammirare la ricostruzione di scene di vita degli Indios prima dell’arrivo degli spagnoli.

Quando il sole cala, si accendono le luci della movida, perché a Varadero la voglia di divertirsi non tramonta mai. Di notte la città è viva più che mai: i viaggiatori devono solo scegliere che ritmo dare alla propria serata e poi dirigersi verso il locale più adatto. E ce ne sono davvero tantissimi.

Fra quelli storici, il Calle 62: questo bar è il ritrovo degli amanti dei balli caraibici e propone musica dal vivo e spettacoli danzanti. L’atmosfera si fa così coinvolgente che è impossibile non lanciarsi in una salsa scatenata. Trovarlo è semplice, perché si balla anche in strada!

Per trascorrere la serata in una location decisamente sui generis, bisogna dirigersi sull’Autopista Sur alla volta della Cueva del Pirata, un locale costruito all’interno di una grotta naturale. In programma, spettacoli e discoteca. Sembra che la serata più movimentata si tenga di lunedì. L’ingresso costa 10 CUC (il CUC è una delle due monete in uso a Cuba) e si può approfittare dell’open bar.

Altri locali da segnare nella lista dei posti della movida: la Casa della Música, in pieno centro (Avenida de la Playa e Calle 42), offre musica dal vivo, reggaeton, disco music e salsa, ed è il luogo ideale per conoscere la gente del posto, dal momento che è molto frequentato dai cubani; La Comparsita (Calle 61) propone le più disparate serate musicali. Insomma, per gli amanti della vita notturna e del divertimento, qui a Varadero in ogni angolo c’è una pista da ballo.


Caricamento in corso