Sette isole per sette capricci
10.04.2016

 

Circondato dall’Oceano Atlantico al largo della costa del Marocco, l’arcipelago delle Canarie è una meta europea ed esotica allo stesso tempo.

 

Ambite da turisti provenienti da ogni dove, attratti soprattutto dalla piacevolezza del clima durante tutto l’anno, queste isole presentano paesaggi straordinari.        

Tra oceano e deserto

Atmosfere lunari, distese di sabbia scura e acqua trasparentissima sono il biglietto da visita di Tenerife, che si distingue anche per l’ampia offerta di divertimenti e attività sportive. Lanzarote è la più selvaggia, Gran Canaria è decisamente mondana, La Palma è più tranquilla, La Gomera e El Hierro sono le meno turistiche ma ricche di angoli naturali da scoprire. Seconda dell’arcipelago per grandezza, Fuerteventura è dichiarata Riserva della Biosfera per il suo notevole interesse naturalistico: chilometri di spiagge di finissima sabbia dorata proveniente dal Sahara, limpide onde turchesi, coste selvagge nella parte ovest, paesaggi incontaminati nelle zone interne, piccoli paesi che ricordano la Spagna di un tempo. 

L’isola è inoltre in grado di proporre una straordinaria offerta di attività sportive, tra surf, windsurf, vela, immersioni, cicloturismo, trekking, equitazione, golf e tante altre. Tra i centri più animati non bisogna perdere l’atmosfera vivace di Corralejo, Morro Jable, Costa Calma e Caleta de Fuste. Da Corralejo si può raggiungere in breve tempo isola di Lobos, riserva naturale protetta di origine vulcanica ricca di variopinti fondali marini. E tu, quale preferisci?