Repubblica Dominicana

 

Carta d'identità

Informazioni utili

EDO: Oggi, tra storia e natura, vi porteremo alla scoperta della meravigliosa Repubblica Dominicana. Ecco a voi, una selezione di escursioni davvero incredibili tra cui scegliere: 

Da non perdere in Repubblica Dominicana

EDO: Vi siete segnati tutto? 

CLARA: Se vi siete persi qualcosa, nessun problema: potete tornare indietro e prendere appunti. Oppure potete andare sul nostro sito edenviaggi.it e rivedere ogni dettaglio, consiglio e proposta per organizzare al meglio il vostro viaggio. 

 

Introduzione

CLARA: Edo, vogliamo aiutare i nostri ascoltatori a localizzare la Repubblica Dominicana nei Caraibi? 
EDO: Certo! La Repubblica Dominicana occupa la parte orientale dell’isola di Hispaniola; nella parte occidentale troviamo Haiti. Posizionata nelle Grandi Antille, è situata tra Cuba e Porto Rico. È bagnata dall’Oceano Atlantico e dal Mare dei Caraibi, vanta circa 1600 km di costa e… siete pronti? Conta 402 km di spiagge tra le più belle al mondo! Fanno parte del territorio della Dominicana anche Isla Beata e Isla Saona, due piccoli paradisi tropicali: sabbia bianca, palme, acque calme e cristalline… insomma, un’oasi di pace e relax! ...


...

Lo sapevi?

EDO: La Dominicana è ormai meta consacrata da tutti gli amanti degli sport acquatici, praticati anche ad alto livello. Ogni febbraio, a Cabarete, si tiene il “Master of the Ocean”, il campionato mondiale di sport acquatici con quattro specialità in gara: surf, windsurf, kitesurf e stand up paddle. Alla fine, ci sarà un solo vincitore, il Master of the Ocean, appunto! 

 

CLARA: A proposito di eventi, a inizio marzo le strade di Punta Cana si animano di colorate sfilate per festeggiare il Carnevale. I costumi locali sono veramente particolarissimi e l’atmosfera entusiasmante: uno spettacolo davvero divertente!  

E poi la musica… qui musica significa balli sfrenati e il merengue è sicuramente il ballo nazionale della Dominicana. Le leggende che lo accompagnano sono innumerevoli, ma pare che le sue origini siano da ricercarsi nei campi da zucchero dove lavoravano gli schiavi africani. Il merengue è una vera e propria icona del Paese e insieme alla bachata è il ballo più diffuso in tutti i Caraibi. Tutti gli anni, a luglio, ci sono numerose manifestazioni e festival che lo celebrano, ma l’even...

...

EDO: Il valore aggiunto di questa destinazione, poi, è la sua gente. I dominicani sono un popolo aperto, cordiale, disponibile. Sempre molto vivaci e calorosi, vi accoglieranno sempre col sorriso sulle labbra.  Solo un’accortezza: non chiedetegli di parlare in inglese! (risatina) Sono molto orgogliosi della loro lingua spagnola e, piuttosto che comunicare in inglese, faranno di tutto per farsi capire, anche accennando qualche parola di italiano. 
CLARA: E poi Edo, va detto. Le donne dominicane sono di una bellezza disarmante! Sempre curate, ben vestite, agghindate. Naturalmente la bellezza non è tutto e, infatti, bisogna anche riconoscere che i dominicani sono molto capaci e preparati. C’è un livello di istruzione, soprattutto in ambito t...


...

Come muoversi

EDO: Dall’Italia si arriva in aereo con circa 9 ore di volo
A proposito di aeroporti, Eden offre voli charter che atterrano a La Romana, piccolo ma strategico punto di arrivo per chi sceglie di trascorrere le sue vacanze a Bayahibe o Punta Cana. 
 

CLARA: I cittadini stranieri che entrano nella Repubblica Dominicana esclusivamente per turismo necessitano solo del passaporto valido per tutta la durata del soggiorno, poiché non è richiesto il visto. Per semplificare ulteriormente le procedure di ingresso nel Paese, poi, il costo della carta turistica è stato incluso nel prezzo del biglietto aereo. 

EDO: La località che si sceglie per il proprio soggiorno andrà a caratterizzare molto il tipo di vacanza: a Las terrenas potrete muovervi tranquillamente a piedi o in bicicletta. È una località che si può girare in autonomia, rispetto invece ai contesti turistici più battuti dove è molto ampia l’offerta di escursioni guidate.  

A Bayahibe, per esempio, la maggior parte delle persone vive all’interno dei grandi resort che offrono servizi di ogni tipo e nell’ottica di una vacanza più comoda, tendono ad acquistare delle escursioni. In linea di massima comunque, il Paese è estremamente tranquillo e si può girare da soli.  

Essendo un Paese molto vasto,...

...

CLARA: Rispetto ad altri Paesi, io sono sempre uscita da sola con tranquillità. È un luogo amichevole e dallo spirito accogliente. Il servizio taxi, comunque, è disponibile nelle città e nelle località principali. Per non avere brutte sorprese, vi suggerisco di chiedere aiuto al personale dell’hotel, sia per la scelta che per la chiamata. 

Detto questo, un consiglio! Il catamarano è senz’altro un modo alternativo e suggestivo per godere delle acque e del paesaggio da un punto di vista esclusivo.   
 

Il clima

CLARA: Edo, com’è il clima e quando consigli di andare in Repubblica Dominicana? 
EDO: Per chi ama il sole e il caldo il clima qui è meraviglioso! Potremmo dire che è estate tutto l’anno e, dettaglio non trascurabile, anche l’acqua del mare ha temperature sempre gradevoli che vanno dai 27 ai 30 gradi. Del resto siamo in presenza di un clima tipicamente tropicale, con temperature sempre alte e due stagioni ben distinte dal ritmo e dall’intensità delle piogge.  

Il periodo migliore in assoluto per venire è il nostro inverno, da novembre a marzo, che coincide con la stagione più secca: le temperature sono elevate ma gradevoli e le precipitaz...


...

La piovosità, in linea di massima, differisce a seconda della zona: qui soffiano i venti alisei e in genere i versanti settentrionali sono più piovosi di quelli meridionali. In tal senso incide anche la presenza della Cordillera Central, catena montuosa al centro dell’isola che influisce sull'effetto degli alisei fungendo da protezione per la zona meridionale del Paese che, di fatto, gode di un clima migliore, più secco e con un basso tasso di precipitazioni. 

Nella parte settentrionale del Paese, invece, le piogge cadono tutto l’anno, motivo per cui la vegetazione è lussureggiante e la biodiversità di rara bellezza!  

Spiagge e Diving

EDO: E ora parliamo di spiagge di sabbia bianca che sembrano perdersi all’orizzonte, palme da cocco che si stagliano alte nel cielo: è questo il biglietto da visita della Repubblica Dominicana. 

CLARA: Esatto Edo, qui le spiagge sono splendide e si estendono su tutto il territorio nazionale. Sto parlando di oltre 200 spiagge dorate, molte delle quali pressoché incontaminate, che si susseguono sulle coste atlantiche e caraibiche, alternando sabbia bianca finissima alla suggestiva sabbia nera che caratterizza alcuni tratti della costa sud-occidentale del Paese. 

A Punta Cana, affacciata sull’Oceano Atlantico, si trovano alcune tra le spiagge più belle e conosciute dell’isola, come la spiaggia di Cabeza de Toro e quella di Bavaro. 

Bayahibe, sul Mar dei Caraibi, d’altra parte è un vero paradiso caraibico, dalle acque turchesi, cangianti e di facile balneazione. La sabbia è bianca e fine come i...

...

Edo, quali sono le spiagge che consiglieresti per una vacanza vivace, giovane e con un alto tasso di divertimento? 

Boca chica, sicuramente! Rappresenta la vacanza ideale per chi cerca vita di mare e contatto con la realtà locale. Dista solo 25 minuti da Santo Domingo e la sua particolarità è proprio quella di offrire la possibilità di sperimentare un contesto più autentico rispetto alle già citate località per turisti. Il contatto con la gente del posto permette di condividerne la straordinaria vitalità e allegria. La spiaggia bianca è stata spesso definita “la piscina naturale più grande del mondo” grazie alla barriera corallina che protegge la baia dalle onde e la rende sempre facilmente balneabile. Qui ci sono anche Coral Garden e El Letrero dove potrete osservare una barriera corallina in ottimo stato di salute in cui prosperano pesci pipistrelli, nudibranchi, aragoste, rane pescatrici, squali gatto, meduse e molte altre specie. 

Cabarete, poi, è certamente la località balneare dominicana più amata dai giovani e dagli sportivi. Si tratta infatti di una delle cinque spiagge più belle e rinomate al mondo per praticare windsurf e kitesurf. Qui si tengono abitualmente gare e campionati mondiali di queste specialità che attirano folle di giovani e sportivi provenienti da ogni angolo del pianeta. L’ambiente è vivace, mondano e frizzante. Contrariamente ad altre località dell’isola, a Cabarete non si vive all’interno dei resort ma lungo la spiaggia, dove si trova una sequenza ininterrotta di bar, locali, disco pub e ristoranti sempre animatissimi durante tutte le ore del giorno e della notte.

Cabarete non è raggiungibile con voli diretti e forse per questo è meno frequentata dagli italiani: Eden, però, propone quest’angolo di allegria e spensieratezza con trasferimenti interni dall’aeroporto de La Romana. Le quasi quattro ore di strada sono ricompensate dalle bellezze paesaggistiche lungo il percorso e dal divertimento, unico nel suo genere, che si troverà a destinazione. 

Spostandoci a nord, invece, incontriamo una delle aree naturali più rinomate di tutti i Caraibi: Las Terrenas. Negli ultimi anni è diventata la meta prediletta dai viaggiatori italiani più autonomi e intraprendenti, perché lontana dagli inflazionati circuiti del turismo di massa. Posizionata all’imbocco della penisola di Samanà, dista circa 140 kilometri dall’aeroporto di Santo Domingo, mentre se si atterra a La Romana si raggiunge in pullman con nemmeno 3 ore di viaggio. 

Spiagge incontaminate come Playa Bonita, Playa de Las Ballenas o la meravigliosa Playa Cosón sono ideali per chi cerca tranquillità e discrezione, in un silenzio rotto esclusivamente dalle dolci onde dell’oceano.  

Per non parlare dei magnifici paesaggi che si incontrano lungo le strade della penisola: villaggi d’altri tempi contornati da scogliere e colline completamente ricoperte di palme.  

 

Lungo la penisola di Samanà si possono trovare anche i migliori centri diving della Repubblica Dominicana, in particolar modo nella zona de Las Galeras. La Baia di Samanà è una tra le più belle baie della Repubblica Dominicana: santuario marino con un’ubicazione ben protetta e acque profonde, la baia include anche isole coralline disseminate di mangrovie, distese di praterie sottomarine e coralli che offrono nutrimento alle megattere, tartarughe marine e lamantini. 

Parlando di diving, non possiamo dimenticare La Caleta, uno tra i più bei parchi sottomarini dei Caraibi. Si trova nelle vicinanze di Santo Domingo e vanta punti di immersione, a detta di molti, tra i più belli al mondo. La sua conformazione irregolare offre grotte sottomarine e famosi relitti. Meta privilegiata per i sub di ogni livello ed esperienza, dai principianti ai professionisti.

Prodotti locali ed enogastronomia

CLARA: Tutto questo parlare di spiagge assolate mi ha fatto venire una gran sete! E mi vedo già sdraiata in riva al mare mentre sorseggio della rinfrescante acqua di cocco… 
EDO: L’acqua di cocco bevuta direttamente dalla noce di cocco ancora acerba è un piacere a cui non rinunciare! È una bevanda molto dissetante, dalle innumerevoli proprietà benefiche. È anche incredibile vedere questi ragazzi del posto arrampicarsi sulle palme da cocco, che sono davvero altissime, con una naturalezza disarmante. E poi, molto divertente, l’apertura col macete davanti ai vostri occhi! 

A proposito di noci di cocco però… fate attenzione a dove posizionate il vostro lettino! Guardate bene che non ...


...

La frutta tropicale, comunque, è tutta deliziosa e disponibile in abbondanza: troviamo mango, papaia, ananas, avocado, banane, frutto della passione, guaiava, solo per citarne alcuni tra i più noti. Il mango, in primis, è il frutto che si trova più facilmente poiché è coltivato in grandi quantità: meraviglioso e rinfrescante, dai manghi vengono preparati ottimi cocktail con polpa e ghiaccio tritato e gelato. Ci sono, poi, due frutti particolari che vale la pena di assaggiare: la calce spagnola e la pitaya. I frutti della calce spagnola sono piccoli, arrotondati e coperti da una sottile pelle verde: all'interno è nascosta una polpa succosa, con dei semini, impiegata soprattutto per fare marmellate e gelatine. La pitaya, conosciuta come frut...

...

Ma, a proposito di bere, ci troviamo nella patria del Rum. Servito per lo più liscio con ghiaccio o allungato con Coca Cola, tra le marche locali più note troviamo: Brugal, Barceló, Bermúdez, e Macorís. Rum e sigari sono l’accoppiata perfetta nella Repubblica Dominicana, i cui terreni fertili producono tabacco di altissima qualità e pregiata canna da zucchero.  
Sia in estate che in inverno, non perdete l’occasione di visitare una delle fabbriche di sigari, in città o nelle piantagioni, ma più di tutto, consiglio di fare una sosta in una cigar lounge. Soprattutto a Santo Domingo e Santiago, concedetevi una pausa all’insegna dell’ ottimo rum bianco o scuro.  
Per approfondire la storia del rum e del sigaro dominican...


...

EDO: Clara, per una bella cena tipica, invece, cosa ci consigli di ordinare? 
CLARA: Sicuramente il pesce: fresco, anzi, freschissimo, sarà una delizia anche se cucinato in maniera spesso semplice, tipo alla brace.  

Nelle località turistiche e in tutti i resort internazionali è possibile trovare cucine di tutte le nazionalità. L’offerta è davvero eterogenea e naturalmente non mancano le pizzerie italiane. Anche i migliori ristoranti di Cabarete, che si concentrano nella zona de Los Corales sono per lo più a gestione italiana. Per chi invece ama anche cucinarlo, il pesce, consiglio di trascorrere una giornata in relax, alla scoperta dei mercati tradizionali del pesce tra c...


...

La pietanza tipica è la bandera dominicana, un piatto abbondante di riso e fagioli accompagnati da pollo o altra carne e da un’insalata con avocado e tostones (frittelle croccanti di banane verdi).  
C’è da dire che esistono molte varietà di riso e che sono altrettanti i piatti che lo contemplano. Ad esempio simile alla paella spagnola, potete ordinare il locrio, un piatto a base di riso condito con pollo o altra carne. 

Poi c’è Il sancocho che, oltre a essere tipico, possiede anche una grande importanza simbolica: spesso viene preparato nelle occasioni speciali e consumato con la famiglia. Si tratta di uno stufato a base di pollo, maiale, yucca, patate dolci, banane verdi e patate. Viene servito con una scodella di riso bianco e fett...


...

Movida

EDO: Adesso Clara buttiamoci un po’ nella mischia, però! Si sa, le notti qui sono lunghe e particolarmente vivaci. 
CLARA: Il locale notturno per eccellenza caro Edo, è a Punta Cana: il Coco Bongo! È una celebre discoteca, rinomata per i suoi spettacoli di luci, musica e acrobati danzanti. Un concetto di intrattenimento notturno senza pari! Imperdibile, unico e inimitabile, si tratta di una mega discoteca con 12 show di livello mondiale. 

Sempre nella vivacissima Downtown potrete trascorrere serate divertenti, soprattutto nel quartiere del Cortecito: qui si trovano diversi negozi, bar, ristoranti e locali sulla spiaggia che fino a notte fonda animano la vita della zona. Punta Cana è celebre anche per l’...


...

EDO: A Boca Chica troviamo Paseo Duarte, una zona pedonale dove si concentrano locali, disco-bar, negozi e ristoranti. Qui, a tarda sera, si infiamma un’autentica festa all’aperto animata da giovani locali con musica e balli caraibici. Dopo il tramonto, di prassi, la via viene chiusa al traffico dalla polizia turistica, che vigila sulla zona per tutta la notte: un’occasione unica per immergersi nell’atmosfera autentica di questi luoghi, animati da bachata e merengue. Anche a Bayahibe non mancano i locali per vivere notti di divertimento.  

I giovani amanti del ballo e della musica troveranno invece a Cabarete locali di ogni genere, che spaziano dal jazz al reggae, dall’hip hop ai balli caraibici, dove ballare ininterrottamente fino all’alba.  ...

...

Shopping

EDO: E adesso, è il tuo momento Clara: parliamo di shopping
CLARA: Tre parole Edo: rum, sigari e artigianato locale. Quest’ultimo vi stupirà con manufatti in legno e dipinti in tipico stile naif dominicano. I negozi di souvenir e le gallerie d’arte abbondano nelle principali località di villeggiatura. Troverete anche cappelli, borse da spiaggia e altri accessori realizzati con foglie di palma; strumenti musicali dominicani a grandezza reale o in miniatura in legno o bambù; maschere di carnevale di cartapesta e gioielli d’ambra.  

Per portare a casa un tocco di colore caraibico vi suggerisco i tappeti colorati o “pellizas de colores”, prodotti con fibra di iuta e sacchetti di riso: d...


...

Per qualsiasi piccola necessità durante la vostra vacanza provate a entrare in un colmado.  Nonostante la diffusione di supermercati e ipermercati, il colmado resta un punto di riferimento fondamentale per i dominicani. Qui potrete trovare generi alimentari, ghiaccio, bottiglioni di acqua, succhi, bibite, detersivi, medicinali da banco e così via. Ma al colmado si va anche per bere una birra o un classicissimo rum, venduto nella diffusissima fiaschetta, magari in compagnia, seduti sulle sedie di plastica dentro o fuori.  

EDO: Ce n’è davvero per tutti i gusti! Non so voi, ma davanti a tanta bellezza mi è venuta un’irrefrenabile voglia di partire! Intanto, grazie per averci ascoltato, appuntamento al prossimo episodio di “...

...

Scopri gli altri testi dei nostri Podcast