CRETA

Carta d'identità

Informazioni utili

CLARA: Ora che abbiamo riempito il nostro trolley di alcune informazioni indispensabili e utili a comprendere dove ci troviamo, siamo decisamente pronti per iniziare a parlare di vacanza.  
Abbiamo selezionato per voi le esperienze da non perdere per un viaggio a Creta alla scoperta di storia, miti e leggende, spiagge e villaggi caratteristici. Questo e molto altro nel nostro “Best of”, il meglio di Creta secondo Eden. 

Da non perdere a Creta

CLARA: Sintetizzare in pochi punti un patrimonio simile non è compito da poco. Avviso ai naviganti, riavvolgete il nastro e segnatevi tutto oppure andate su edenviaggi.it. Lì troverete tutti gli aggiornamenti e le informazioni in merito ad esperienze ed escursioni. Siamo appena partiti! 

Introduzione

EDO: Clara, Creta si trova più o meno alla stessa altezza della Tunisia, ma in un altro continente.  
È la quinta isola più grande del Mar Mediterraneo. In assoluto l’isola più grande e più a sud della Grecia e per visitarla bene non bastano due settimane.  
Il bianco e il blu sono i colori della bandiera nazionale, ma anche quelli che accompagneranno l’intera vacanza, di mare e non solo. 
CLARA: Creta è l’isola greca per eccellenza, una destinazione ricca di storia, culla di miti e leggende. Le origini di Creta sono legate alla gloriosa civiltà minoica e risalgono al 2700 a.C. nel pieno dell’età del bronzo. La civiltà minoica e le età dorica ed...


...

Qui archeologia, storia, filosofia, miti e leggende fanno da cornice ad una destinazione balneare con cui la natura è stata molto generosa. Sull’isola ci sono più di 300 spiagge tra sabbia e roccia, grotte da esplorare, lagune incontaminate e selvagge. 

EDO: Per non spaventare nessuno: storia e spiagge da cartolina, qui sono due facce della stessa medaglia. Creta ne ha tantissime, alcune delle quali già citate nel “best of”!  
 
Creta è la meta perfetta anche per chi cerca una vacanza di mare e relax, divertimento e movida. Per amarla non è obbligatoria una Laurea in Lettere o Storia, ve lo assicuro. 

Come muoversi

CLARA: Come si raggiunge l’isola? A meno che non si amino particolarmente i traghetti, o si abbia a disposizione molto tempo da dedicare a spostamenti e trasferimenti, consigliamo di scegliere un volo.  

Per quanto riguarda gli spostamenti interni, il nostro suggerimento è quello di viverla, percorrerla e assaporarla in auto. Le distanze la rendono sicuramente la soluzione ideale per non perdersi proprio nulla, in totale libertà e flessibilità. Scarterei l’ipotesi scooter, perché alla lunga potrebbe risultare scomoda. C’è sempre l’opzione bus, che sicuramente ovvia alla questione parcheggio e le corse sono piuttosto puntuali. 

 

Una rassicurazione per i nostri viaggiatori: i cartelli stradali solitamente sono scritti sia in greco che in inglese, non dovrete imparare il “greco base” prima di partire. Il greco è ovviamente la lingua ufficiale, ma con l’inglese, andiamo dappertutto... ma attenzione alle capre! 

EDO: ah, è vero. Creta è chiamata anche “Isola delle capre” perché qui ce ne sono veramente tantissime, anche in mezzo alla strada. Sicuramente la conformazione del territorio incide su una così alta proliferazione. E, notizia curiosa, qui è l’unico posto in cui vive una razza di capra chiamata Kri-Kri. 

Il Clima

CLARA: Il clima a Creta è mite e gradevole già dal periodo di Pasqua. Il periodo consigliato per viverla va da maggio ad ottobre, perfetta per chi ama le vacanze di inizio o fine estate. 
 
Come è facile immaginare, luglio e agosto sono i mesi in cui fa più caldo, ma essendo un’isola piuttosto ventilata, anche quando il sole picchia forte si sta più che bene.  
 D’estate soffia spesso il Meltemi, un vento secco e abbastanza fresco che favorisce gli sport acquatici come il windsurf o il kitesurf. 
Il clima è tipicamente mediterraneo, con inverni miti e ricchi di precipitazioni, ed e stati calde e soleggiate. 

Tour dell'isola e spiagge

EDO: Abbiamo già detto più volte che Creta è una delle più grandi isole del Mediterraneo. Cartina alla mano, quali sono le altre informazioni che dobbiamo assolutamente sapere? 
 
CLARA: Idealmente possiamo dividere Creta in due parti, quella occidentale e quella orientale. La parte orientale è sicuramente quella più battuta dal turismo e qui troviamo Heraklion, la capitale dell’isola. In questo luogo il dominio veneziano sull’isola ha lasciato in eredità il Castello a Mare, un maestoso edificio che domina il porto. 

Lo sapevi?

Heraklion si trova in una posizione super strategica, praticamente al centro dell’isola. Il “porto” ideale da cui partire per girarsela in lungo e in largo. Da Heraklion si organizzano anche escursioni in barca direzione Santorini. Procedendo verso est si arriva poi alla regione di Lasithi, probabilmente l’area più ricca in termini di biodiversità: baie turchesi, grotte e vette innevate.  

 

EDO: Hai veramente detto vette innevate? 

CLARA: Sembra incredibile ma sì, d’inverno a Creta si può sciare vista mare!! 

Curiosità 💡

  • Nell’altopiano di Lasithi un tempo si contavano addirittura 10.000 mulini a vento.
  • Lungo la costa orientale si trovano alcune delle più belle spiagge di Creta. Per esempio quella di Vai, una spiaggia contornata da palme, piccola ed isolata, ideale per un’escursione in giornata. 
  • La cultura dei figli dei fiori non è più troppo in voga qui, ma Matala conserva comunque la sua anima rurale. Ogni anno nel mese di giugno per 3 giorni e 3 notti abitanti e turisti rivivono lo spirito libero di quegli anni con il Matala Beach Fest. Concerti, bancarelle, artisti e pittori di strada colorano piazze e spiagge.  

 

Proseguendo il nostro tour verso est, vi consigliamo una visita ad Agios Nicolaos, una cittadina cresciuta molto negli ultimi anni e che merita sicuramente una visita: casette pittoresche, bar eleganti e un bel porticciolo rendono questa località estremamente caratteristica. Da qui come dalla vicina Ellounda - zona che offre numerose soluzioni 5 stelle - partono traghetti per visitare l’Isola di Spinalonga. 

Andando avanti non perdete la spiaggia di Voulisma  dai caratteri caraibici, sabbia dorata e mare stupendo. La spiaggia si conclude con una grotta molto caratteristica e instagrammabile. 

 Clara, che ne dici se ora ci spostiamo verso ...

...

CLARA: Assolutamente sì, la parte occidentale è più naturalistica. Tenendo come riferimento Heraklion, il primo centro che si incontra è Rètimno, una cittadina universitaria affacciata sul mare. Il sogno di tutti gli studenti del globo. Qui troviamo una spiaggia sabbiosa ampia e lunga, non scontato, visto che a Creta abbiamo anche numerose spiagge di sassi, corte e poco profonde. 
 
A Retimno troviamo dai B&B ai resort cinque stelle con la spiaggia privata di fronte. In questo centro sorgono numerosi ristorantini per cenare e locali in cui trascorrere le serate. Un ottimo punto in cui fermarsi per chi cerca vita notturna e divertimento serale. 

EDO: Noi però non ci fermiamo e proseguiamo il nostro viaggio a Georgioupolis.  
E' una cittadina dall’atmosfera allegra e incantata, tra le più autentiche dell’isola. Non c’è un centro vero e proprio, ma è piacevole scoprire i posti nascosti di questa cittadina, camminare lungo le strade e godere dell’ospitalità cretese. Magari sorseggiando un caffè all’ombra di un eucalipto. Per i greci il rituale del caffè è sacro!  

Oppure, rilassandosi con il birdwatching, visto che Georgioupolis è famosa per il lago Kournas, che ospita moltissime specie di volatili in via d’estinzione e piante acquatiche uniche. Ovviamente, come ovunque a Creta, non può mancare una spiaggia. La...


...

Chania o Venezia?

EDO: Che dici Clara, voliamo a Venezia? 

CLARA: Chania o La Canea, la piccola Venezia di Creta, è a detta di molti la città più bella dell’isola. Anche qui ogni angolo ci racconta storie lontane. Come non citare la Fortezza Veneziana, il porto, la moschea dei Giannizzeri, l’Arsenale Veneziano, il Museo Marittimo o i resti dell’antica Cidonia? Partendo da Chania è inoltre impossibile farsi sfuggire l’isola di Gramvousa, chiamata anche isola dei pirati, o per gli amanti del trekking un’escursione alle Gole di Samaria. 

Lato spiagge, quella di Nea Hora è la spiaggia più famosa della città, a soli 15 minuti a piedi dal centro storico. È composta da ciottoli, quindi sono consigliate le scarpette da scoglio. Da qui è possibile raggiungere Balos, Falassarna ed Elafonissi tre tra le più famose spiagge cretesi. Come abbiamo anticipato nella classificona, si tratta di tre spiagge che da sole valgono il viaggio per i loro colori incantevoli, per le loro conformazioni uniche e per come, ancora una volta, la natura sappia regalarci paesaggi inaspettati. 

EDO: Tra le spiagge meno battute invece, hai qualche suggerimento? 

CLARA: A circa 20 km da Agios Nikolaos verso nord ovest, si trovano le spiagge di Sissi, incantevoli arenili a due passi dal c...

...

Enogastronomia e Movida

CLARA: Edo, è il tuo momento. Come si mangia a Creta e quali sono le specialità che possiamo trovare soltanto qui? 

EDO: Creta ha una tradizione culinaria di grande livello. Super caratteristiche sono le taverne greche, in cui è possibile gustare piatti tipici come le lumache di terra fritte nell’olio e nel rosmarino.  

Per gli ospiti che li preferiscono, non mancano ristoranti italiani. Ma come sempre, noi consigliamo di mettersi alla prova con le specialità locali. L’occasione non si presenta mica ogni giorno! 

Lo sapevi?

Percorrendo Creta in lungo e in largo non potrete non notare, praticamente ovunque, distese di olivi. Gli uliveti a Creta rappresentano più del 60% dell’area coltivata, spesso in aree montuose. Potrei scommettere qualcosa sul fatto che, ovunque deciderete di mangiare, troverete un olio extravergine d’oliva locale.  
L’olio d’oliva è l’oro di Creta. Leggenda narra che il primo ulivo sia stato creato proprio da Atena, dea della guerra. L’albero d’olivo più antico si troverebbe quindi proprio a Creta, precisamente a Vouves, nella zona di Chania. Da allora la coltivazione di questa eccezionale pianta divenne un vero e proprio pilastro dell’economia cretese. 
 
Oggi l’olio di oliva di Creta è...


...

CLARA: Olio che ben si accompagna con.. 

EDO: L’olio sta bene con tutto, sicuramente anche con il dakos, che è il simbolo della cucina contadina per eccellenza. Una fetta di pane ntakos (tipico pane cretese) di orzo e frumento, condita con pomodoro, formaggio e ovviamente olio. Per i più golosi, c’è la possibilità di aggiungere le olive. Menzione speciale per quelle di Kalamata. 

Per quanto riguarda le bevande invece, il raki vive di vita propria ed è eterno. È la bevanda alcolica per eccellenza dell’isola di Creta, presente ad ogni pasto, da millenni. Si tratta di una tradizionale grappa bianca che, fin dai tempi dell’Antica Grecia, sfida lo scorrere del tempo e vince leggi che ne proibivano la produzione. Il raki continua a vincere. 

La distillazione del raki è un momento di festa, aggregazione familiare e sociale. Simile a ciò che viviamo nelle nostre campagne nei periodi di raccolta di olive e uva, per intenderci. Le più antiche e artigianali case di produzione sono dislocate nei piccoli villaggi dell’interno, spesso coinvolte nell’organizzazione di vere e proprie feste, con tavole imbandite e carne...

...

CLARA: Atmosfera da film, davvero speciale e difficile da descrivere a parole.  

Bene, abbiamo parlato di grappa, a questo punto non possiamo non chiudere parlando di caffè. 

EDO: Il caffè con la C maiuscola, azzarderei. Nella parte storica di Hersonissos, nei caffenio (pronuncia delle antiche caffetterie), è possibile bere il tipico caffè greco, molto simile al caffè turco. La polvere di caffè nel briki - tradizionale pentolino - viene fatta bollire per un paio di minuti, con lo scopo di estrarre il maggior numero di sostanze nutritive. Dopodiché viene versato nelle tazze e quando la polvere si deposita sul fondo della tazzina, il caffè è pronto!  

 

 

CLARA: Bene, mangiare abbiamo mangiato, bere abbiamo bevuto, vogliamo parlare di cosa si può fare a Creta di sera? 

EDO: Partiamo dicendo che la vita notturna di Creta è vivace. Rispetto all’Italia la maggior parte delle discoteche ha l’ingresso libero e si paga soltanto la consumazione.  

Da Chania a Platanias, da Retimno a Heraklion, solo per citare alcuni dei principali centri, la movida cretese è più che mai animata. Discoteche, cocktail bar, lounge-bar non mancano e le location sono delle più varie: zone antistanti i porti, ville esclusive, in centro storico o poco fuori. Insomma non vi è che l’imbarazzo della scelta. 

Entrando nel dettaglio a Heraklion, così come a Retimno e Chania, troviamo proposte più ricercate: locali centrali, esteticamente belli, particolari, adatti ad una clientela più sofisticata e adulta. Ad Agios Nikolaos è possibile trovare movida fino tarda notte. Hersonissos è invece molto amata dai giovanissimi, piena di bar e discoteche. 

Per chi è alla ricerca di un luogo più tranquillo, consigliamo di rifugiarsi a Georgioupolis, cittadina più isolata e calma.  

CLARA: Anche qui, ne abbiamo veramente per tutti i gusti! 

Shopping

EDO: Clara, cosa consigli di riportare a casa da un viaggio in terra cretese? 

CLARA: Se si cercano prodotti caratteristici, legati a doppio filo al territorio, suggerisco sicuramente di lasciare un posticino in valigia per saponi e cosmetici all’olio d’oliva. Come abbiamo detto prima, qui l’olio extravergine è di qualità altissima e viene impiegato anche per realizzare oggetti dal valore riconosciuto, acquistabili a prezzi più che accessibili.  

E poi non può mancare l’occhio Greco o Nazar, un portafortuna che non deve essere assolutamente acquistato per sé stessi. Per godere appieno dei benefici, va sempre regalato! 

Ultimissimo consiglio: per chi ama la storia anche le ceramiche cretesi possono essere un bellissimo ricordo da custodire con cura una volta tornati a casa! 

EDO: Bene, direi che il nostro viaggio a Creta è terminato, ma ho la vaga impressione che torneremo a breve. 

CLARA: Lo credo anche io e ovviamente, non sto nella pelle. 

EDO: Vi ringraziamo per averci seguiti fin qua e ci sentiamo presto nel prossimo episodio di “Vita da Controller”!